15 febbraio 2014

L'ingresso della Condottina del nylon (foto G. Benedetti)

L’ingresso della Condottina del nylon
(foto G. Benedetti)

Progetto Banne. Viene esplorata la Grotticella del Muretto 4269/5349VG. Si passa poi al rilevamento della “Condottina del nylon”, rintracciata lo scorso anno e non inserita a catasto. In passato la piccola grotta è stata una tana di qualche animale (tasso?). Oltrepassata la linea dell’oleodotto, visitiamo la bella voragine che costituisce il Burrone a NW di Trebiciano, 1400/4384VG, fortemente degradata per la presenza di immondizie.

condottina del nylon_edited-1

14 febbraio 2014

Nella zona di San Pelagio di provvede alla posa della targhetta identificativa alla Caverna a SW di S. Pelagio o Grotta della Lima, 1211/4124VG, di cui all’uscita del 12.01.2014. Ulteriore battuta di zona nei dintorni senza rilevare alcunché di interessante.

26 gennaio 2014

Grottina del LuppoloViene esplorata completamente la cavità aperta nella giornata di sabato 25: si tratta di una piccola cavità (chiamata “Grotta del Luppolo”) che purtroppo chiude

Scendendo nella nuova Grottina del Luppolo (foto M. Bottegal)

Scendendo nella nuova Grottina del Luppolo
(foto M. Bottegal)

inesorabilmente; viene rilevata e posizionata. Nei paraggi si provvede a posizionare con GPS due cavità già a catasto.

26 gennaio 2014

La voragine di ingresso della grotta (foto G. Benedetti)

La voragine di ingresso della grotta (foto G. Benedetti)

Uscita di allenamento e addestramento. Come palestra viene scelta la Grotta Perle 2 o dei Pisoliti, 1264/4203VG. Viene armata una nuova campata nella parte più alta della voragine d’ingresso.

25 gennaio 2014

Nel corso di una battuta di zona a fianco della S.P. n. 35 di Opicina, la cosiddetta “Camionale”, nel tratto tra Banne e Trebiciano (Carso triestino), viene individuata una fessura che potrebbe dare adito a una cavità. Con breve lavoro di scavo viene aperta e ci si ferma subito sotto sull’orlo di un breve salto da armare.

25 gennaio 2014

Nell’area a N di Banne, iniziamo la riapertura dell’imbocco del Pozzo a NE di Banne, 1741/4554VG, o almeno di quello che si presume dovrebbe essere. Infatti, dal lancio delle pietre nel pozzo, non sembra che la profondità corrisponda con la grotta che si sta cercando. Posizionato con GPS e anche uno scavo adiacente fatto da chi sa chi anni addietro. In finale, sempre nell’ambito del Progetto Banne, andiamo a verificare la scomparsa/distruzione totale del Pozzo presso Fernetti o Jama Madrasica presso Opicina, 111/86VG, vecchia voragine rilevata nel 1898. A causa dei lavori autostradali, non esiste più neanche la dolina entro cui si apriva la grotta.